Parrocchia San Giuseppe Lavoratore - Scalea

Home
Ministranti.

 

Animazione Liturgica

 

4 Dicembre 2022 – II Domenica di Avvento

Preparate la via al Signore, l’invito di Giovanni Battista che annuncia la Parola di Salvezza. In questa seconda domenica di avvento accendiamo la candela chiamata di Betlemme che rappresenta la Luce del cambiamento. Preparare la strada ad accogliere il Signore che viene, prima di ogni altra cosa aprire il nostro cuore e la nostra mente ad un vero cambiamento. Questo tempo di avvento, è un tempo di grazia da vivere nel silenzio e nella preghiera per preparare le strade della nostra vita e di accompagnarci all’incontro con il Signore.

CARO GESU’, TI PREGO DI FAR FINIRE LA GUERRA PERCHE’ PORTA SOLO MORTE E DISTRUZIONE. CON TE GESU’,  OGNI GIORNO E’ FESTA. PREGHIAMO AFFINCHE’ IL MONDO NON SIA BRUTTO COME LO E’ ADESSO E PREGHIAMO AFFINCHE’ I BAMBINI VIVANO SENZA GUERRA, PERCHE’ LA GUERRA NON SI PUO’ UMANIZZARE MA SI PUO’ SOLO ABOLIRE. PREGHIAMO

GRAZIE MIO DIO PER AVERMI CREATO E PER NON FARMI MANCARE NULLA A TAVOLA E AVERE UNA FAMIGLIA SU CUI CONTARE. SENZA DIO NON C’E’ L’UNIVERSO, LA TERRA, I MARI E I FIUMI E QUELLO CHE CI DAI NOI LO DISTRUGGIAMO, QUINDI NON DISTRUGGIAMO IL PIANETA. PREGHIAMO

CARO GESU’, IN QUESTA SETTIMANA D’AVVENTO VORREI CHIEDERTI ALCUNE COSE CHE NON SONO REGALI DI NATALE O GIOCATTOLI CHE DESIDERO RICEVERE. GESU’ VORREI CHE NEL MONDO NON CI FOSSE PIU’ LA GUERRA, PERCHE’ IL MONDO E’ BELLO SE C’E’ LA PACE, L’AMORE E LA LIBERTA’. VORREI CHE NEL MONDO NON CI FOSSE PIU’ LA VIOLENZA PERCHE’ E’ IMPORTANTE VOLERSI BENE E STARE INSIEME SERENAMENTE. GESU’ MI AUGURO CHE LA MIA PREGHIERA POSSA RENDERE IL MONDO MIGLIORE. PREGHIAMO

GRAZIE GESU’ CHE OGNI GIORNO ILLUMINI IL NOSTRO CAMMINO E CI AIUTI NEI MOMENTI DI DIFFICOLTA’ E NON CI FAI ARRENDERE MAI. PREGHIAMO

27 Novembre 2022 - I Domenica di Avvento

Narratore: in cielo c’è grande fermento, sta per nascere Gesù bambino e gli angeli vogliono preparare per lui una grande festa.
Entrano gli angeli
Angelo azzurro: amici, sta’ per nascere Gesù, dobbiamo preparare qualcosa!!!! Avete qualche idea?
Angelo giallo: possiamo cantargli una canzone!!!!
Angelo verde: possiamo chiamare le stelline per ballare( entrano le stelline)
Angelo rosso: possiamo preparare la culla che riscalderà Gesù bambino dal freddo.
Angelo bianco: bravi amici….prepariamoci ad accogliere Gesù, soprattutto nei nostri cuori.
Le stelline vanno a prendere la culla.
Narratore: vegliamo dunque, perché non sappiamo ancora il giorno che il Signore verrà

• Gesù ti preghiamo per tutti i bambini che non si possono permettere niente, falli stare sempre bene. Preghiamo.

• Gesù fai che tutte le persone del mondo stiano bene e che ci sia tanta gioia e tanto amore nel cuore di tutti noi. Preghiamo

• Caro Gesù  aiuta tutti i bambini malati fa che tornano a casa e proteggili. Preghiamo

• Gesù proteggi i nostri genitori e fa’ che nelle nostre case ci sia sempre gioia e pace. Preghiamo

• Gesù fai smettere la guerra in ucraina e in tutto il mondo, fa’ che i bambini non soffrono più per la guerra e che ci sia gioia in tutto il mondo  e promettimi che proteggi tutte le persone che amo. Preghiamo

• Gesù  mi hai chiamato per nome ed io sono venuta al mondo. Preghiamo

13 Novembre 2022 - XXXIII Domenica Tempo Ordinario

Buongiorno a tutti, oggi celebriamo la sesta giornata mondiale dei poveri indetta da papa Francesco e noi ragazzi del primo anno di Confermazione vivremo la Tappa della Carità.

Il Santo Padre con il suo messaggio, ci provoca per aiutarci a riflettere sul nostro stile di vita e sulle tante povertà del momento presente. Lo slogan di questa giornata “Gesù Cristo si è fatto povero per voi” ci vuole far capire che dobbiamo tenere sempre lo sguardo su Gesù perché, da ricco che era, si è fatto povero affinché noi diventassimo ricchi per mezzo della sua povertà. La sua ricchezza è il suo Amore che va incontro a tutti, soprattutto ai più emarginati.

Oggi ci sono ancora troppe povertà, anche a causa delle troppe guerre in atto, e a tutto ciò non possiamo essere indifferenti, ma dobbiamo essere solidali, condividendo il poco che abbiamo con chi non ne ha, affinché nessuno soffra.

Il percorso di Confermazione che noi ragazzi seguiamo è proprio quello di Carità e oggi vogliamo viverlo, in questa celebrazione, accanto ad alcuni nostri fratelli che hanno iniziato una nuova esperienza qui in parrocchia da qualche settimana: il gruppo Celine.

La giornata mondiale dei poveri ci chiede di non voltarci dall’altra parte e di non avere paura di guardare la sofferenza, noi accogliamo questo invito testimoniando l’amore e l’attenzione di Gesù. Ci auguriamo che lo stesso invito venga accolto anche da voi: questa giornata è, per tutti, un’occasione per pensare a come vivere un’esistenza caratterizzata dalla solidarietà e dalla condivisione.

O Signore, ti chiediamo di proteggere tutti i bambini bisognosi e di donargli del cibo per la propria sopravvivenza. Preghiamo

Per tutte le persone bisognose che vivono nel nostro paese, per gli immigrati, in particolar modo gli ucraini: Signore, insegnaci a rispettarli, ad accoglierli e ad amarli come nostri fratelli, a condividere il nostro pane quotidiano con chi è meno fortunato di noi e un sorriso per chi ha vissuto momenti di terrore. Preghiamo

Per tutti gli ammalati: Signore, fai in modo che noi ragazzi non restiamo indifferenti davanti a chi soffre, ma che riusciamo, nel nostro piccolo, ad essere di aiuto e fonte di gioia per loro. Preghiamo

O Signore, ti vogliamo pregare per tutti i disoccupati della nostra comunità, fa’ che possano trovare un lavoro per vivere dignitosamente e poter sostenere la propria famiglia. Preghiamo

Signore, ti preghiamo per tutti gli operatori della mensa San Giuseppe: fa’ che con il loro operato riescano sempre a soddisfare i bisogni degli assistiti e che, con la loro testimonianza di amore, siano di esempio per invogliare altre persone a collaborare nella mensa per servire il prossimo. Preghiamo

La povertà è una brutta situazione in cui si ritrovano molte persone. Quando ci capita di incontrare un povero, dovremmo immaginare di vedere noi stessi senza una casa, senza soldi e senza cibo. Spesso la gente non si preoccupa dei più bisognosi, ma se pensassero di essere loro in quella condizione, riuscirebbero a comprendere il senso di solitudine e di disagio. Per fortuna c’è anche chi aiuta i poveri: "gli donano da mangiare, da bere e ciò di cui hanno bisogno". Signore, aiutaci a non escludere nessuno, perché aiutare l’altro è un gesto bello e generoso. Preghiamo

6 Novembre 2022 - XXXII Domenica Tempo Ordinario

Siamo alla trentaduesima domenica del tempo ordinario. Il vangelo di oggi ci presenta, una controversia tra Gesù e i sadducei, l’ala aristocratica dei sacerdoti, che volendo dimostrare l’assurdità della resurrezione gli presentano un racconto di una vedova. C’erano sette fratelli che prendono in sposa la donna rimasta vedova dal primo fratello, ma ad uno ad uno tutti i fratelli hanno la sfortuna di morire. I sadducei dunque domandano a Gesù di chi sarà moglie questa donna dopo la resurrezione. Gesù allora con pazienza cerca di spiegare che chi risorge non continua la vita di prima e che non esisteranno le categorie di questo mondo, saremo immersi nell’amore di Dio.

La nostra fede cristiana ha inizio proprio con l’evento straordinario della resurrezione di Gesù, infatti come è scritto nel vangelo “Chi crede in me non morirà in eterno” la morte è solo un passaggio. La nostra vita è un viaggio verso la luce di Dio e proprio per questo la nostra vita va spesa donandoci con generosità. Chiediamo al signore che ravvivi in noi il desiderio del cielo di ritrovare in Lui i nostri cari e di vivere su questa terra secondo il vangelo, sapendoci amati e amando del suo stesso amore.

Per la Santa Chiesa, affinché, attraverso i suoi pastori possa sempre offrire parole di amore e perdono verso che si aspetta parole di consolazione. Preghiamo

Signore Gesù ti preghiamo per tutti i fratelli e le sorelle che soffrono ogni forma di persecuzione fino al dono totale della loro vita. Fa che il loro esempio e la loro testimonianza ci renda consapevoli e ferventi del grande tesoro che portiamo in noi. Preghiamo

Fa, o Signore, che la partecipazione a questa santa Eucaristia, aiuti le nostre famiglie a vivere con coraggio e umiltà la Tua sequela per essere strumento di pace e di solidarietà. Preghiamo

Signore, aiutaci a sostenere la fede testimoniandola e comunicandola ai nostri figli, alle nuove generazioni e alle persone con cui entriamo in contatto, non solo con le parole ma con il valore della vita che possiamo trasmettergli, fedele al vangelo e con uno sguardo proteso all’eternità. Preghiamo

Signore Dio, siamo sicuri che sei sempre in mezzo a noi che ci sforziamo di essere uniti nel tuo Amore, in questa Comunità Parrocchiale. Aiutaci ad essere sempre “un cuore solo e un’anima sola”, condividendo gioie e dolori, avendo una cura particolare per tutti coloro che ci fai incontrare e ci affidi. Preghiamo

1 Novembre 2022 - Solennità di Tutti i Santi

Oggi nella solennità di tutti i santi, la chiesa celebra la gloria e l’onore di tutti i santi, che contemplano eternamente il volto di Dio e gioiscono appieno di questa visione. In questo giorno di gioia, di grande speranza, rallegriamoci insieme nel Signore, e imitando questi fratelli maggiori che la chiesa ci propone come modelli di fede, lasciamoci guidare da Gesù sulla via che conduce a lui, affinché anche noi possiamo partecipare della sua gloria. Tutti noi infatti in virtù del battesimo saremo chiamati ad essere santi della porta accanto, nelle nostre case, sui posti di lavoro, ovunque ci troviamo. Apriamo dunque il nostro cuore a Cristo, e lasciamo che il suo amore ci trasformi, ci renda simili a lui.

Per la Chiesa. O Signore che ci esorti ad essere santi come Tu sei Santo, aiuta la Tua Chiesa a tendere alla santità. Fa che tutti i battezzati ti rendano gloria nella quotidianità delle opere e delle azioni che compiono con la consapevolezza che tutto l’agire e l’operare di buono e di bello viene solo ed esclusivamente da Te. Preghiamo

Tutti noi battezzati siamo chiamati alla santità. Signore fa che le beatitudini diventino il nostro stile di vita in famiglia, al lavoro, nella società affrontando la quotidianità con spirito di giustizia e amore essendo solidali con i sofferenti e capaci di perdono come Tu stesso ci hai insegnato. Preghiamo

Signore, Ti ringraziamo per averci dato come esempio di vita la Santa Famiglia di Nazaret. Fa che i genitori delle nostre famiglie possano educare i figli non all’effimero ma alla santità mostrando loro i valori morali e religiosi della vita. Preghiamo

Signore Ti affidiamo i nostri giovani, la loro vita è sempre più segnata da drammi, da un futuro incerto, da scelte difficili, strade da percorrere e spesso vivono situazioni pesanti nel loro quotidiano. Non lasciarli da soli, hanno speranze e sogni da realizzare, benedici il loro cammino, alimenta il loro cuore al fuoco del tuo amore. Preghiamo.

Signore Gesù, aiuta la Nostra Comunità parrocchiale sull’esempio dei Santi che in cielo godono la gloria eterna a percorrere la via delle beatitudini evangeliche che ci conforma a Te. Preghiamo
 

30 Ottobre 2022 - XXXI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Con questa domenica della vita si conclude il mese missionario, e tutti noi siamo chiamati al ringraziamento. Signore ti ringraziamo per il dono della vita in tutte le sue fasi: dal concepimento, alla vita dell’uomo che cresce fino al suo naturale spegnersi. Ti ringraziamo perché ogni giorno ci tendi la mano e perdonaci se con la nostra miseria respingiamo il tuo amore, sicuri che tu Signore continui ad amarci.

Signore Gesù, che sei Via, Verità e Vita e che sei venuto a cercare e a salvare chi era perduto, aiuta la Chiesa a vivere scelte che avvicinino ogni uomo e donna al Vangelo della Vita. Preghiamo

Signore Gesù, guarda con amore e compassione la fragilità di chi oppone resistenza nell’ accogliere una nuova vita. Fai sentire la tua misericordia a chi fa fatica a sentirsi abbracciato dalla grazia del tuo perdono. Preghiamo

Perché la nostra comunità si coinvolga sempre più nelle attività e alle proposte che portano a vivere la pace e la vita buona del Vangelo. Preghiamo

Signore Gesù visita e converti il cuore dei nostri giovani. Suscita in loro, come Zaccheo, il desiderio di incontrarti, per fare della
loro vita un dono di amore. Accompagnali nel cammino, e fa che con entusiasmo e gioia siano sempre pronti a mettersi in gioco per la causa del regno, Preghiamo

Signore fa che ogni famiglia tragga coesione e forza dall'ascolto della tua parola e dalla preghiera, guardando con fiducia alla vita accogliendola e vivendola come un dono prezioso da tutelare dal suo inizio alla sua fine, Preghiamo

23 Ottobre 2022 - XXX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

     Carissimi, oggi celebriamo la XXX Domenica del tempo ordinario, nonché 96a Giornata Missionaria Mondiale.   Il Vangelo di oggi ci aiuta a riflettere il dono della misericordia di Dio, e su come rispondiamo a tale misericordia di Dio.

     Il vangelo ci aiuta a riflettere su due modi diversi di sentire Dio che, nella vita, si fa presenza anche nelle difficoltà maggiori. Questo pubblicano riconosce, innanzitutto, una cosa importante della vera preghiera, “non osava nemmeno alzare gli occhi al cielo, ma si batteva il petto dicendo:  “O Dio, abbi pietà di me peccatore”. La penitenza, è il riconoscersi bisognosi di Lui. Se non c’è questo bisogno, non inizierà mai un cammino di fede. Il fariseo non è umile e di conseguenza nemmeno solidale, pensa solo a sè stesso nel rapporto con Dio, “O Dio, ti ringrazio perché non sono come gli altri uomini, ladri, ingiusti, adulteri e neppure come questo pubblicano”.   Questo modo di rapportarsi a Dio ci aiuta a cogliere che nella preghiera il nostro cuore si deve alleggerire da tutti quegli ostacoli personali e spirituali che non ci permettono di parlare a dio con cuore libero e indiviso.

     Il Testimone della fede di questa domenica è San Daniele Fasanella da Belvedere. San Daniele, nato a Belvedere Marittimo, egli 1227 Organizza una missione in Africa, precisamente in Marocco con altri sei frati minori calabresi, come missionari del Vangelo tra i maomettani. Cominciarono così la predicazione in nome di Gesù Cristo. Incarcerati, sono stati minacciati ad abiurare la fede cristiana, resistettero da forti, furono perciò condannati alla decapitazione. I loro corpi raccolti dai cristiani furono sepolti a Ceuta. Papa Leone X li annoverò tra i santi Martiri il 22 febbraio 1516.  San Daniele è Santo patrono di Belvedere Marittimo e di Ceuta.

Signore Gesù, ti affidiamo la nostra Chiesa ed i suoi Ministri, comunità di tuoi discepoli, fa che possano sempre essere missionari in uscita, ricercare l’umile, il debole e il povero, affiancarli e testimoniare la gioia della strada che conduce a Te. Preghiamo

Per tutti i missionari del Vangelo affinché, sull’esempio della Vergine Maria, possano testimoniare la Parola di Dio, da loro celebrata e vissuta, rendendoli perseveranti anche in mezzo alle tante difficoltà. Preghiamo

Custodisci tutte le famiglie, Signore, e fa che nella vita di preghiera e nell'esercizio alla carità, trovino lo slancio per annunciare e testimoniare con gioia, il tuo messaggio di salvezza ed essere solidale ai bisogni dei fratelli. Preghiamo

Grazie Signore per i genitori che ci hai dato. Rendici capaci di amarli con lo stesso amore che hanno per noi, donaci la gioia di trovare sempre il tempo per stare con loro di aiutarli in ogni necessità, difficoltà e fragilità. Preghiamo

16 Ottobre 2022 - XXIX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Carissimi fratelli e sorelle in Cristo, siamo giunti alla XXIX Domenica del Tempo Ordinario. Questa Domenica ci viene donato di meditare sui brani della Parola di Dio che parlano della preghiera intesa come atto di affidamento al Padre e conseguentemente della infinita fiducia che, noi suoi figli, dobbiamo avere nei suoi confronti. Il salmo 141 canta: “Salga a te, Signore, come profumo d’incenso, la mia preghiera”. La preghiera è il respiro dell’anima che ci fa gridare Abbà Padre, è l’anima stessa di ogni nostro essere, andare, fare, parlare, agire. Il testimone della fede di questa domenica è il servo di Dio, Padre Vincenzo Idà, fondatore delle Suore Missionarie dell’Evangelizzazione scrive nel suo testamento spirituale, L’ideale più bello, sulla preghiera: I veri apostoli sono conche che detengono l’acqua sempre in se stesse e la versano sulle anime e non canali, che comunicano le acque e restano secchi e aridi.

Signore ti affidiamo tutta la nostra parrocchia e tutta la Chiesa. Benedici la nostra vita. Tu che ci hai donata la tua misericordia, concedici di condividerla con chi non osa chiedertela. Preghiamo

Per la Congregazione delle Suore Missionarie dell’Evangelizzazione. Ti benediciamo e ti ringraziamo, o Padre di infinita Misericordia per il dono delle Suore Missionarie dell’Evangelizzazione. La loro presenza nelle terre di missione e in Italia possa essere segno del Tuo Amore che si irradia dai tabernacoli sparsi nel mondo. Il loro andare a servizio dei fratelli e delle sorelle in difficoltà sia sempre gioioso, senza indugio, coraggioso e umile. Fa, o Signore, che espandano il  Buon Profumo della Fede, della Speranza e della Carità.  Preghiamo.

Per le famiglie che sono nella prova della malattia o nel dolore del lutto, affinché possano trovare nella Comunità, un sostegno e uno sguardo accogliente capace di testimoniare la gioia dell’amore con la presenza viva di Cristo. Preghiamo

Signore, tanti giovani della nostra Comunità sono partiti o stanno per partire per andare a studiare fuori, in città o in ambienti nuovi, aiutali ad affrontare, con serietà ed impegno, queste nuove esperienze, forti delle loro radici. Fa che possano testimoniare, con la preghiera, la fede in Te e nel Padre Nostro che è nei cieli. Preghiamo

Nella nostra vita, o Gesù, fatta di tante cose da fare, lasciamo spesso poco spazio alla preghiera. Signore ci chiedi di pregare sempre, senza stancarci mai, sostieni e fa crescere nella Comunità piccoli cenacoli di preghiera riconoscenti del tuo aiuto, aderiscono alla Tua volontà. Fa che tutti possano riconoscere che nella preghiera tu ci sostieni e ci doni speranza. Preghiamo

9 Ottobre 2022 - Domenica XXVIII del Tempo Ordinario

Oggi è la XXVIII domenica del tempo ordinario. Il vangelo di oggi ci presenta Gesù che, sulla via per Gerusalemme, incontra un gruppo di 10 lebbrosi che condividono la stessa sofferenza e gli chiedono un atto di misericordia. Gesù risponde loro di recarsi dai sacerdoti ed essi, con fiducia, si mettono in cammino, così durante il percorso avviene la guarigione. Questo cammino, dopo l’incontro con Gesù, diventa occasione di conversione, di gratitudine, di consapevolezza: ma solo uno ritorna da Gesù per ringraziarlo del dono ricevuto, è l’unico che oltre alla guarigione della carne cerca quella dello Spirito, cerca la salvezza. Anche noi sull’esempio di questo samaritano siamo chiamati a riconoscere i doni di salvezza che Dio ci elargisce. In questa seconda domenica dell’ottobre missionario il Signore ci chiama a riconoscere il suo progetto di salvezza per tutti gli uomini: la sua misericordia è rivolta a tutti, ma ciò non significa che tutti accolgano questo dono di speranza, infatti, dei dieci lebbrosi solo uno torna da Gesù a rendergli grazie.

Un grande esempio di testimonianza al Signore è sicuramente Fortunata Evolo, conosciuta da tutti come mamma Natuzza, nata e vissuta a Paravati, moglie e mamma che ha saputo nella sua vita ordinaria rendere presente Gesù. Ha dedicato la sua esistenza alla sua famiglia alla preghiera e a dare testimonianza dell’amore e della misericordia di Dio ai tanti sofferenti che si rivolgevano a lei cercando una parola di conforto e speranza.

Come il samaritano che vedendosi guarito, tornò indietro lodando Dio e prostrandosi davanti a Gesù ringraziandolo, aiuta Signore la tua Chiesa ad educare il tuo popolo di Dio a renderti grazie e a benedirti per tutti i benefici e prodigi che compi ogni giorno nella loro vita. Preghiamo

Signore, sostieni in questo momento, tutti coloro che stanno vivendo un momento di particolare di sofferenza fisica e spirituale della loro vita, aiutali con la tua grazia a offrire la loro sofferenza per la conversione dei peccatori. Preghiamo

Signore, La famiglia è la cellula della comunità dove i bambini crescono, i ragazzi ed i giovani si formano, aiutaci Signore affinché le famiglie della nostra comunità, con l’Aiuto della Tua Parola, siano fonte di crescita e formazione, per Alimentare la Fede in Te, Via Verità e Vita. Preghiamo

Benedici e proteggi, tutti i nostri giovani, Signore. Spesso, l'insicurezza economica e affettiva, la malattia, i fallimenti, generano in loro solitudine e smarrimento. Fa o Signore, che nella famiglia, nella comunità, si sentano sempre accolti, sostenuti e accompagnati nelle loro scelte e decisioni, sperimentando così il Tuo amore di Padre che non abbandona mai. Preghiamo

Signore, aiutaci a riconoscere i doni che del tuo amore per noi, e a saperli testimoniare con la nostra vita, nella nostra casa, sul posto di lavoro, ovunque tu ci chiami a operare per il bene dei nostri fratelli e sorelle Preghiamo

2 Ottobre 2022 - XXVII Domenica del Tempo Ordinario

Fratelli e sorelle, siamo giunti alla XXVII domenica del tempo ordinario. La liturgia della parola che la Chiesa ci dona di ascoltare, parla della fede. Nella prima lettura, il  profeta Abacuc, a nome del popolo, dinnanzi al dilagare del male, leva il suo lamento a Dio, che risponde al profeta, esortandolo a non perdersi d’animo “perché il giusto vivrà per la sua fede”. San Paolo nella seconda lettura chiede a Timoteo di custodire il dono di Dio che ha ricevuto per imposizione delle mani, e di non vergognarsi, ma di testimoniare con forza e coraggio il Signore con gratuità. Nel Vangelo  di Luca, il Signore ci chiede di essere fedeli e totalmente disponibili alla sua volontà, riconoscendo di essere “servi inutili” , che con gioia nel Signore si donano ai fratelli.

In questa liturgia, la Chiesa celebra, ottobre come mese  delle  missioni,   ricordando  ad ogni battezzato, il dovere  di collaborare  con la preghiera, il sostegno, la testimonianza e la partecipazione  all’annuncio del Vangelo, per offrire la salvezza di Cristo all’uomo del nostro tempo. Lo slogan dell’ottobre missionario  è “Vite che parlano”,   parlano e  testimoniano    Gesù ,  come hanno fatto tanti santi e beati, della nostra amata e benedetta terra di Calabria.  Il tema di questa prima settimana è “SERVI…..PER  DONO”  chiamati ad essere testimoni nella gratuità’,  come Don  Francesco Mottola da  Tropea, il quale  ha diffuso il buon profumo di Cristo.

Don Mottola ha  dato vita alle Case di Carità per fanciulli spastici,   ed è fondatore  della famiglia degli oblati e delle oblate del Sacro Cuore di Gesù. Signore fa  che possiamo anche noi, sul suo esempio, essere testimoni della carità di Cristo per i fratelli.

Per il Papa, i Vescovi, i Presbiteri e i Diaconi. Perché seguendo l’esempio di Gesù, donino la loro vita per far crescere la Tua Chiesa nella collaborazione e nel sostegno reciproco affinché sia sempre vicina e solidale all’umanità intera con il sostegno spirituale e materiale specie per quanti soffrono l’emarginazione e la sofferenza in ogni angolo della terra. PREGHIAMO

Custodisci e benedici, o Signore, tutte le famiglie. Fa che, nella preghiera e nel Pane eucaristico, trovino sempre la forza per superare le prove e guardare al futuro con fiducia e speranza. PREGHIAMO

Signore, ti preghiamo per i nostri giovani che, in cerca di lavoro, si sentono scoraggiati. Fa che, con fede e illuminati dal Tuo Spirito, riescano a ricercare con costanza un’occupazione onesta in base alle competenze valoriali per progettare il loro futuro. PREGHIAMO

O Vergine Madre, Salute degli infermi, ti affidiamo il piccolo Gabriel, affetto da tumore. Tu che sei la Madre di Colui che sana le ferite del male, fonte di salute dell’anima e del corpo, ricorriamo a Te fiduciosi, perché gli possa concedere vita e salute. Tu che, docile sotto la croce, hai offerto la tua sofferenza, volgi il tuo materno sguardo sui suoi genitori e avvolgili di conforto e consolazione. PREGHIAMO

Per la nostra Comunità parrocchiale di San Giuseppe Lavoratore. Fa o Signore che, il Sinodo che stiamo vivendo, porti esperienze nuove di apertura. Ci renda desiderosi di ascolto della parola di Dio da annunciare e, soprattutto, testimoniare ai fratelli e alle sorelle che ci poni accanto. PREGHIAMO

25 Settembre 2022 - XXVI Domenica del Tempo Ordinario

    Monizione - Carissimi fratelli e sorelle siamo giunti a celebrare la XXVI Domenica del Tempo Ordinario. La Santa Madre Chiesa ci dona di proclamare dal libro del profeta Amos, il quale denuncia le ingiustizie perpetrate nei confronti dei poveri del suo tempo e dalla prima lettera dell’apostolo Paolo al suo discepolo Timoteo, il quale lo esorta vivere da vero e perfetto testimone di Cristo. La parabola del ricco epulone e del povero Lazzaro che Gesù racconta, ci invita a porci in ascolto del grido di aiuto di tanti poveri, affamati e perseguitati che implorano giustizia e ci sollecita alla consolazione ma allo stesso tempo ci avverte di non cadere nell’atteggiamento del ricco epulone.

    Spesso capita anche a noi, Signore, di rimanere chiusi nelle comodità e nel benessere delle nostre case e di vivere la nostra vita nell’egoismo, nell’indifferenza con superficialità, senza accorgerci di tante povertà e fragilità che accompagnano l’esistenza di tanti nostri fratelli. Donaci occhi nuovi, Signore, e converti il nostro cuore, fa che noi, Tua Chiesa, sostenuta e nutrita alla mensa della Parola e dell’Eucaristia, possiamo accogliere, ascoltare e prenderci cura dei tanti “Lazzaro” della nostra storia. Preghiamo

Signore donaci il dono del discernimento, fa' che in questa convocazione elettorale, possiamo votare con coerenza, in modo da fare eleggere, nel nostro governo nazionale, persone degne e rispettose dei Tuoi insegnamenti. Preghiamo

L’umiltà è la madre di tutte le virtù e la carità è la sua massima espressione, Fa, o Signore che tutti i religiosi e le religiose, su imitazione della Beata Vergine Maria, Tua Madre, servano i poveri del nostro tempo nel nascondimento, con amore e dedizione. Preghiamo.

(Solo nella Celebrazione Pro Populo Dei) Signore ti preghiamo per Pino e Adalgisa che oggi festeggiano il 25°anniversario di matrimonio insieme a tutta la comunità presente. Rinnova in loro la tua grazia come quel giorno, affinché il loro amore sia fedele e forte senza mai conoscere stanchezza. Preghiamo

Signore, i nostri giovani sono spesso smarriti e disorientati. Fa che, in famiglia, a scuola, tra gli amici, trovino esempi di vita vissuta nella carità, nell’umiltà, nella pazienza e nella giustizia affinché i segni, e non le parole, li guidino sulla via sicura che porta a Te. Preghiamo

18 Settembre 2022 - XXV Domenica Tempo Ordinario 

Signore Gesù, tu vuoi che tutti gli uomini siano salvati e giungano alla conoscenza della verità.  Ci chiedi, di non lasciarci sedurre dai beni materiali, dalla cupidigia del denaro, dall'avidità di possedere, ma di condividere con gioia tutto ciò abbiamo con i nostri fratelli, fa che la tua Chiesa, animata dall'azione dello Spirito santo annunci con entusiasmo a ogni uomo, il tuo messaggio di salvezza, affinché ognuno si apra alla speranza e possa vivere nella carità fraterna, nel diritto e con  giustizia. CANTIAMO

Preghiamo perché ogni famiglia diventi luogo dove si sperimenta la salvezza del Signore, la sua tenerezza, la sua cura. Fa o Signore che diventino segno per la custodia della vita. Ogni famiglia si senta sempre protetta e sostenuta della grande misericordia di Dio. CANTIAMO

Signore è tempo per i nostri bambini, per i nostri ragazzi di riprendere il percorso scolastico. Fa che finalmente possano tornare serenamente e stabilmente in classe per ritrovare la bellezza e la gioia di stare insieme con i compagni e con i loro insegnanti, per apprendere sempre cose nuove e condividere piccole e grandi esperienze necessarie per la loro crescita personale. CANTIAMO

Dopo il periodo estivo, eccoci Signore a riprendere le attività e la vita delle nostre comunità di Scalea: la scuola, lo sport, le relazioni con amici, la vita parrocchiale con adulti, giovani, ragazzi e bambini; in tutto questo aiutaci Signore a esprimere il meglio di noi stessi nel rapporto con gli altri, e a dedicare parte del nostro tempo a chi ha bisogno di noi. CANTIAMO

Signore Gesù, fa che sempre il nostro cuore si possa conservare nella povertà evangelica, facci veri testimoni del tuo amore e concedici sempre di fare la tua santa volontà. CANTIAMO

11 Settembre 2022 - XXIV Domenica Tempo Ordinario

Signore incoraggiaci a vivere nella fedeltà alla Tua volontà, sostieni il cammino della fede e anche nelle fragilità che lo accompagnano, vogliamo essere fedeli al Tuo amore di Padre che non abbandona i suoi figli nella prova. Invochiamo la Tua misericordia per tutti coloro che cercano la libertà allontanandosi dalla  Tua casa, resta sempre accanto a noi, soprattutto nei momenti della prova. Preghiamo 

Perché nella vita familiare prevalga sempre il rispetto vicendevole e l’amore, ciascuno impari a chiedere scusa per gli errori commessi e, per come incoraggia il Signore, sia disponibile alla riconciliazione nelle situazioni di inimicizia o di rancore. Signore dona a tutti la forza di perdonare sempre. Preghiamo 

Non sempre vivere l’amicizia con il Padre misericordioso, nella preghiera e nella pratica religiosa incoraggia l’impegno a testimoniare la misericordia verso gli altri. Possa l’ascolto della parola di Dio aprire il nostro cuore all’accoglienza e al perdono, alla comprensione e alla gioia della condivisione. Donaci nell’ammirare il Tuo cuore di infinito amore, di aprire il nostro cuore al dono dell’amore. Preghiamo 

Gesù è venuto nel mondo per educarci a vivere con attenzione e alla ricerca di chi si smarrisce nelle tante devianze del nostro tempo, che incoraggiano a percorrere vie e ambienti diversi rispetto a quelli che il Signore ci indica. La via dell’egoismo, la via del possesso, la via dell’odio spesso si accompagnano alla nostra vita e oscurano la presenza dell’amore di Dio che abita il cuore di tutti. Il Padre di ogni misericordia ci doni di riflettere la bellezza della fraternità e la gioia della riconciliazione. Preghiamo

Il tempo che viviamo, esige la nostra partecipazione anche nelle scelte politiche nelle quali siamo chiamati ad esprimere  l’evangelizzare delle realtà sociali e concorrere alla crescita politica. Andare a votare per costruire la speranza del futuro è un dono vocazionale che non dobbiamo trascurare. Il Signore deve donarci la capacità del discernimento, perché con la scelta dei candidati a noi affidata, possiamo orientare alla costruzione del bene la realtà sociale. Preghiamo

4 Settembre 2022 - XXIII Domenica Tempo Ordinario

Perché  la Chiesa, in piena comunione con il Santo Padre, nel suo cammino sinodale, testimoni instancabilmente l’amore di Dio verso ogni uomo, con la propria dedizione al bene comune, con una disponibilità sincera all’ascolto vicendevole e condividendo la gioia della vita di fraternità. Preghiamo

Perché ciascun battezzato, viva l’impegno spirituale per una migliore conoscenza della volontà di Dio, viva l’umiltà di essere attento alla Sua voce, viva anche se con sacrificio la capacità di mettere da parte le proprie ambizioni personali, quando non coincidono con il bene della comunità. Preghiamo

Per i ragazzi e i giovani della nostra comunità, nelle tante esperienze, scelte esistenziali e dedizioni che si accompagnano alla loro crescita, siano sempre docili nella disponibilità verso i genitori e gli educatori, imparino a comprendere la loro presenza come l’amore con il quale Dio li ama. Preghiamo

Dobbiamo valorizzare il tempo che ci è donato, avendo  la certezza che in questo modo esprimiamo pienamente i doni di cui il Signore ci ha ricolmati. Perché impariamo a essere prudenti negli atteggiamenti e attenti a tutti coloro che si accompagnano e sostengono con i loro sforzi la nostra vita. Preghiamo

Seguire Gesù esige una disponibilità ad uscire da se stessi, vivendo in una società profondamente segnata da desideri da assecondare, non sempre ne comprendiamo l’utilità, Gesù ci chiede di camminare in modo deciso alla Sua sequela. Perché ciascuno comprenda il bene anche staccandosi dagli affetti e dalle cose che possono soffocare ogni anelito spirituale. Preghiamo

 

Archivio 2022

Archivio Liturgia e Coro <<<

 

Largo San Giuseppe, 1  -  87029 Scalea - Cs    tel/fax 0985/920078

 

Contatore visite