Parrocchia San Giuseppe Lavoratore - Scalea

 

Home
Missione
Parroco
Celebrazioni
Pensieri
Catechesi
Liturgia
Caritas
Azione Cattolica
I Giovani
Scout Scalea1
C.Neocatecumenali
Vita di comunità
Focolari
Foto
Consiglio Pastorale
Consiglio A. Economici
Cronistoria
Parco degli Angeli
Unità Pastorale.

Mensa Caritas San Giuseppe

E' aperta da Lunedì a Venerdì  dalle 12,30 alle 14,00

 

Caritas Una Mano Amica

La distribuzione degli alimenti sarà effettuata, solo a coloro che non sono iscritti ad altri centri di distribuzione

Venerdì dalle ore 16:00 alle ore 18:00

Sabato dalle ore 10:00 alle ore 12:00

I volontari sono invitati venerdì mattina alle ore 10,00 per organizzare la distribuzione

PARROCCHIA SAN GIUSEPPE LAVORATORE – SCALEA
(Lettera aperta alla comunità)
                                                                                                               Scalea 2 aprile 2020

Carissimi Fratelli e Sorelle in Cristo,
siamo ormai vicini alle celebrazioni della Pasqua del Signore, per cui avverto viva l’esigenza di salutarvi e di porgervi gli auguri, anche perché faremo fatica a incontrarci per poterlo fare personalmente nel corso delle celebrazioni, per come eravamo abituati.
Quest’anno il Signore ci chiede di vivere la Pasqua rileggendoci nel Ministero battesimale del sacerdozio comune, è un ministero che non sempre esercitiamo anche perché ci siamo noi presbiteri, ma in questa occasione ogni cosa riferita alla grazia sacramentale dei segni pasquali è affidata a voi.

Vi incoraggio a viverla nelle vostre famiglie e a preparare bene ogni cosa, perché ogni famiglia, nella diversità delle sue componenti, possa emozionarsi nell’avvertire la presenza viva del Signore accanto a se.

Abbiamo celebrato San Francesco di Paola, patrono della Calabria e delle genti di mare, ma anche grande Santo eremita e penitente. Affidiamo a lui, tutto ciò che appesantisce il nostro cuore e rende insicura la speranza nella nostra vita. Tutti abbiamo bisogno di essere incoraggiati nel guardare con fiducia al futuro, ai nostri figli, nella certezza che Tutto andrà bene.

Sappiamo bene che questo vale per noi, tanti nostri fratelli e sorelle sono nel dolore, nella sofferenza, nella malattia, insomma hanno bisogno di essere sostenuti in questa grave prova, che si è accompagnata alla vita dei propri cari, trasformando radicalmente la loro esistenza, il loro modo di vivere. Dobbiamo pregare perché tutti abbiano pace nel cuore, che il Signore abiti la loro vita, che la Vergine Addolorata li sostenga con la sua intercessione.

Anche nella nostra comunità, che pure è stata risparmiata dagli effetti più disastrosi del virus, non possiamo che prepararci a sostenere quanti sono rimasti per molto tempo senza lavoro, e si trovano a vivere questo tempo in gravi difficoltà esistenziali. Perciò vi incoraggio nuovamente alla generosità per come potete e se potete, abbiamo bisogno del sostegno di tutti, per aiutare tutti coloro che chiedono di essere sostenuti.

Da parte mia, non posso che levare il ringraziamento al Signore per aver risparmiato la comunità dai drammi legati a questo morbo, alla morte e a tutto ciò che si accompagna a queste sensazioni di dolore che hanno la radice nell’amore verso le persone care.
Il Signore ci ha protetti dalle sofferenze più gravi, ci ha benedetti e noi dobbiamo ringraziarlo. Ho vissuto questi giorni con la sofferenza nel cuore, non vi avevo accanto materialmente, ma con la gioia del ministero ho celebrato e ho pregato con voi e per voi.

Voglio dare un saluto particolare ai ragazzi e ai giovani che avrebbero dovuto vivere la gioia dei momenti sacramentali della Prima Comunione e della Confermazione, anche per me sono appuntamenti di particolare gioiosità caratterizzata dalla loro voglia di vivere l’incontro con Gesù e il dono dello Spirito Santo.
Diciamolo pure, è tutta la famiglia cristiana che fa festa accanto ai nostri figli, per adesso è tutto rinviato alla ripresa delle attività catechistiche. Magari qualcuno non riuscirà più a stare dentro gli abiti che aveva preparato, è la crescita fisica che caratterizza questo periodo della loro vita.

La Comunità parrocchiale vive giorni di riflessione di fraternità familiare e guarda con fiducia al giorno nel quale insieme torneremo attorno allo stesso altare per cantare e ringraziare il Signore, per scambiarci i sorrisi, o più semplicemente gli sguardi, per chi ama basta poco e tutto diventa vita nuova e voglia di fare festa.

Per la prima volta, da quando sono a Scalea, non potrò neanche fare visita alle vostre famiglie nel mio pellegrinaggio personale per portare la benedizione e gli auguri del Risorto nelle Vostre case. Una Pasqua speciale, da vivere con grande intensità nella contemplazione del mistero di Cristo abbandonato, cogliendo in tutto questo tutto ciò che genera amore e donazione di se per il bene della vita di comunità. Ancora grazie, per tutto quanto riuscite a trasmettermi con il vostro esempio e la vostra dedizione alla vita familiare e alla comunità.

Adesso mi preparo a vivere questi giorni santi leggendovi accanto a me, vi vedo nella vostra dinamicità affettiva e nella gioia di sentirvi parte di questo mistero di salvezza. Pregheremo con intensità perché tutto prosegua per il bene nostro e dei nostri figli, il Signore ci deve dare pace.
Se camminiamo insieme, riusciremo a dare speranza anche a coloro la vivono con più difficoltà, oggi hanno bisogno di noi per recuperare fiducia.

Ancora auguri a tutti di una Santa Pasqua, nella speranza di rivederci al più presto, quando e per come il Signore vorrà donarci.

                                                                          Il Vostro Parroco
                                                                         Mons. Cono ARAUGIO

 

   Descrizione: Risultati immagini per SACRA BIBBIA LOGO            

               

Voglio abbracciare il mondo

 

Settimana Santa 2020

 

Tutte le Celebrazioni saranno trasmesse sul profilo Facebook Cono Araugio e saranno vissute in forma rigorosamente privata seguendo questi orari

5 aprile Domenica delle Palme  Ore  11,00

Lunedì Santo, Martedì Santo, Mercoledì Santo ore 18,00

9 aprile Giovedì Santo Ore 18,00
10 aprile Venerdì Santo ore 18,00
11 aprile Veglia di Resurrezione Sabato Santo ore 23,00
12 aprile Domenica della Pasqua del Signore ore 11,00

 

Ricordo a tutti, l'impegno e la responsabilità  delle Famiglie, di vivere e far vivere,  la liturgia della Settimana Santa, celebrando i riti per le proprie competenze, nelle proprie case.

Il Signore vi doni pace. Auguri

 

 

Via Luigi Sturzo, 54  -  87029 Scalea - Cs 

tel/fax 0985/920078

Contatore visite