Parrocchia San Giuseppe Lavoratore - Scalea

 

Home
Missione
Parroco
Celebrazioni
Pensieri
Catechesi
Liturgia
Caritas
Azione Cattolica
Oratorio ANSPI
Scout Scalea1
C.Neocatecumenali
Vita di comunità
Focolari
Foto
Consiglio Pastorale
Consiglio A. Economici
Cronistoria
Parco degli Angeli
Unità Pastorale.

Lunedì 12 Ottobre riapre dal Lunedì al Venerdì

la Mensa San Giuseppe - l'Asporto è dalle ore 12:30 alle ore 13:30

 

Domenica 25 ottobre Prima Comunione con i Lupetti 

 

Mercoledì 28 ottobre giornata Eucaristica dalle ore 7:30  alle ore 18:30

7,30 Santo Rosario della Gioia

8,00 Santa Messa

8:30 Esposizione del SS. Sacramento

11:30 Santo Rosario della Luce

12: 00 Angelus

15:00 Coroncina della Misericordia

15:30 Santo Rosario del Dolore

16:30 Benedizione Eucaristica

17:30 Santo Rosario della Gloria

18:00 Santa Messa Rocco, Caterina, Rosa

XXIX Domenica del Tempo Ordinario

Nella vita di comunità la comunione è l'energia coagulante le relazioni, ma la presenza del peccato genera spesso l'esigenza dell'intervento dell'autorità come presenza rigenerante la dinamica del regno che altrimenti resterebbe velata.

Per far comprendere meglio è necessario che intervenga il responsabile della comunità di Cristo, che nel Vangelo è presentata in Pietro e nei suoi successori per la Chiesa universale, quindi per estensione nei Vescovi per la Chiesa diocesana, nei Parroci per le Comunità parrocchiali e nei Genitori per le proprie Famiglie,  per operare in ordine al ripristino della comunione qualora questa sia elusa o mortificata.

Nella Comunità cristiana l'autorità non è mai contemplata in ordine alla realizzazione di se stessi, ma sempre e solo per essere segno dell'amore di Dio per il Suo popolo. Certo anche tutto questo è affidato alla fragilità della persona, per cui può accadere d assistere ad abusi, prevaricazioni, alcune volte perfino malignità. Cose che certamente non provengono dal Signore, ma dalla fragilità di chi viene preposto in autorità, per tutelare la vita di comunione.

Gesù nei suoi discorsi sulla sequela mette sempre al centro degli atteggiamenti da vivere la disponibilità al sacrificio e alla croce, ma poi deve prendere coscienza che perché la comunità dei discepoli posso proseguire sulla via della fraternità, ha bisogno di un riferimento visibile, che nel corso dei secoli possa guidarla nella costruzione del Regno.

La missione che viene affidata ai curatori di anime è quella di fare discernimento, aiutare a vivere il discernimento personale e proporre la volontà di Dio per come deve essere incarnata in relazione al Regno e al mondo.

Vivere questo senza generare tensioni, opposizioni non sempre è facile,soprattutto quando entrano in gioco situazioni di potere o di interessi economici personali. Anche in questo caso chi ha la potestà del discernimento deve operare incoraggiando gli altri a riflettere senza mai trascurare la responsabilità di orientare il discernimento attraverso un insegnamento chiaro, fedele agli insegnamenti di Gesù.

Quindi è importante che ci sia equilibrio spirituale, per evitare di monopolizzare la coscienza del fratello e per incoraggiare la correzione personale in un sincero spirito di conversione  al Signore. I farisei se ne andarono e tennero consiglio per vedere come cogliere in fallo Gesù nei suoi discorsi. E' importante non dimenticare mai di dover fare i conti con la malizia del cuore e con gli interessi di parte: Ipocriti, perché volete mettermi alla prova?

In queste situazioni occorre mettere al centro le tante potenzialità che il Signore ci ha donato e che ci rendono preziosi anche all'interno della comunità degli uomini: tenendo continuamente presenti l'operosità della vostra fede, la fatica della vostra carità e la fermezza della vostra speranza nel Signore nostro Gesù Cristo. Nessuno deve sentirsi debole nella prova o nella impossibilità di corrispondere alla volontà del Signore o ancora alla possibilità di aiutare il fratello nella crescita spirituale.

Il Vangelo, infatti, non si diffuse fra voi soltanto per mezzo della parola, ma anche con la potenza dello Spirito Santo e con profonda convinzione. Abbiamo un dono, non nostro che ci è stato affidato che dobbiamo condividere per come il Signore ci chiede e ci dona di vivere.

Quando operiamo in questo modo non dobbiamo temere il giudizio di Dio, di fronte agli uomini tutto può accadere a secondo di quanto gli altri intendono mettere Dio al centro della propria vita.

 

   Descrizione: Risultati immagini per SACRA BIBBIA LOGO            

               

   

 

Al Link Catechesi la programmazione

Con molte difficoltà, nel rispetto delle restrizioni, abbiamo ultimato le celebrazioni sacramentali e procediamo con le attività di  Catechesi e i Passaggi.

 

CELEBRAZIONI DELLA COMUNITA'

Liturgie Festive

Ore 8:00 Santa Messa

 Ore 11:00  Santa Messa Pro Populo Dei

Ore 18:00 Santa Messa

 

Liturgie Feriali

ore 8:00 Santa Messa    

18:00 Santa Messa

Tutti i giorni il Santo Rosario viene celebrato alle ore 17:30

Tutti i Martedì con inizio alle ore 9:30 Formazione Biblica

Tutti i Martedì con inizio alle ore 20:00 Formazione Biblica

Tutti i Giovedì alle ore 20:30 Adorazione Eucaristica

Ogni ultimo mercoledì del mese Giornata Eucaristica

 

Via Luigi Sturzo, 54  -  87029 Scalea - Cs 

tel/fax 0985/920078

Contatore visite